Top

X-men della tecnologia

x-men della tecnologia

X-men della tecnologia

Non solo ipovisione, un uso consapevole delle tecnologie

 

L’utilizzo della sintesi vocale ha comunemente un’accezione negativa. Nell’immaginario comune infatti viene associato alla disabilità. Solo sfatando questa idea sarà possibile risolvere anche le difficoltà più piccole della vita pratica delle persone ipovedenti.

– Grazie alle nuove tecniche è possibile sentire meno il peso delle difficoltà di tutti i giorni. Bisogna capire quanto si è “fiki” ad usare il vocale per fare le cose anche più velocemente di chi ci vede bene diventando degli X-men – così Veronica, referente del settore giovani per l’Associazione Aniridia Italiana, ha aperto l’ottavo incontro nazionale incentrato sull’autonomia personale tenuto a Milano dal 18 al 20 novembre 2016.

Una regola valida per tutti, ma soprattutto per chi ha ridotte capacità visive, è trovare un modo accattivante per presentarsi esprimendo la propria caratteristica principale in modo da rimanere impressi nella memoria delle persone.

– È chiarendo il proprio super potere da X-men che si evidenzia l’importanza di porsi nel modo corretto davanti alle persone – interviene Matteo, vicepresidente dell’associazione. E poi continua: – L’ausilio vocale non è da sfigato come si pensa. Bisogna trasformare l’ausilio vocale in un qualcosa di utile per tutti senza considerarlo come l’elemento che ci rende diversi e strani -.

Durante la conferenza sono stati mostrati diversi oggetti tecnologici e il pubblico, con disabilità visiva e non, è stato coinvolto nel testare l’effettiva utilità dello strumento.

  • Termometro vocale:

Esteticamente è uguale a un comune termometro. Sono stati aggiunti dei segnali tattili per meglio identificare il bottone di accensione. Una voce registrata dice “pronto” e dopo tre beep sta registrando la temperatura. Alla fine la stessa voce legge i gradi del display.

termometro con sintesi vocale. tasti di accensione in rilievo. marca consigliata Talking

  • Misuratore di pressione parlante:

Come per il termometro, questo dispositivo è fornito di segnali tattili per l’accensione e per identificare il verso del bracciale. Poi basta seguire i segnali acustici per capire cosa appare scritto sul display.

sfigmomanometro vocale per la misurazione della pressione. Lettore con bottoni in rilievo, schermo di dimensioni maggiori e fascia da braccio.

  • Bilancia:

Tale e quale a una bilancia normale con l’aggiunta di una sintesi vocale che ti dice quando salire e ti legge alla fine il peso misurato.

bilancia per persone. fornita di sintesi vocale per la lettura del peso. marca Caretec.

  • Pesa alimenti:

Seguendo la stessa logica, è dotata di un unico pulsante tattile per l’accensione e di una sintesi vocale che legge quello che appare sul display.

bilancia per alimenti con sintesi vocale e bottone di accensione in rilievo.

  • Pen Friend:

La penna viene fornita con una serie di etichette adesive o magnetiche. Prima di applicare l’etichetta sulla scatola della pasta o sul vaso dei biscotti, la si deve passare con la penna registrando l’informazione. Si può registrare ad esempio la data di scadenza e il tipo di biscotto. Una volta applicate le etichette sull’oggetto, basterà passare la penna su di esso per sentire la registrazione.

Funziona con tag nfc, metacontenuti leggibili anche col cellulare.

pen friend parlante prodotta dal rnib. Legge i contenuti informativi precedentemente registrati su delle apposite etichette

  • Casa domotica:

Fino a dove la tecnologia può portarci? Una delle maggiori frontiere è proprio la casa domotica all’interno della quale gli oggetti sono collegati tra loro grazie alla rete internet.

Ad esempio la Tv uhd 40 di samsung con schermo curvo in 4k permette di connettersi al wifi accedendo così  alle informazioni della rete su un supporto più grande e visibile per chi ha un visus ridotto.

 

Crea una mappa della casa in modo da poter circolare automaticamente per pulirla.

 

Una lente digitale con capacità di ingrandire 16 volte, con braccio basculante, sul quale appoggiare il libro o il contenuto testuale, collegato ad uno schermo.

 

  • Lente led Zoomax

Ingranditore tascabile con luce a led.

Rialzata dalla superficie del foglio.

Ingrandimento regolabile.

Utile nei luoghi non luminosi per leggere ad esempio il menù del ristorante.

lente tascabile a led. marca Zoomax

  • Comandi da tastiera

Si può lavorare al computer anche senza lo schermo. Imparare la tastiera a memoria è possibile grazie a specifici esercizi di memorizzazione della tastiera cieca. Questo permette poi di  fare delle combinazioni di tasti come le combo della play.

Es. In un documento di scrittura, Alt+frecce di direzione permettono di muoversi nella barra alta dello schermo a partire dalla voce file.

Scarica le combinazioni da tastiera per fare anche tu le tue combo rapide

  • Software di lettura:

È importante saper scegliere quale ausilio scegliere ma prima di tutto è utile capire la differenza tra Screen Reader e Sintesi vocale.

Alcuni suggerimenti di screen reader maggiormente utilizzati:

Jaws è un software di lettura che legge lo schermo in modo organizzato secondo le regole del w3c. Il costo però non è proprio accessibile oltre al fatto che risulta essere pesantissimo.

Magic non è ugualmente performante ma ha lo stesso peso di ram se non di più.

Nvda invece è gratuita e molto performante su ogni sistema windows. È un open source ovvero aggiornato da chiunque. Segue il mouse oltre la tastiera.

Screen reader  per esempio legge qualunque cosa venga selezionata e permette di gestire lo spazio pc senza vederlo.

Voice Over è l’assistente dell’i-phone che legge i contenuti per poterlo gestire senza necessità di visione.

Talk Back  la stessa cosa per Android.

Siccome si tratta di un’applicazione, con Apple basta chiedere a Siri di attivarlo. Su Android invece per cercare la app si sfoglia col dito verso destra o sinistra finché non la si trova. Doppio tab sullo screen per far le ricerche e selezionare il contenuto desiderato. È possibile inoltre impostare il “rotore” che funge da tasto destro del mouse: pollice giù, indice perpendicolare sopra al pollice, ruotare in senso orario disegnando una C sullo schermo.

  • Intelligenza artificiale

Cortana per Windows 10.

Siri per Iphone e mac.

Si parla di intelligenza artificiale, come dire la Supercar di Michael o Hal di Odissea nello spazio.

È infatti un programma con il quale si interagisce vocalmente in quanto riconosce la voce e risponde.

Questa tecnologia infatti permette di fare ricerche, chiamate, avere indicazioni, creare promemoria tramite il comando vocale.

 

Possiamo quindi concludere affermando che la tecnologia serve non solo per essere “fiki” e al passo coi tempi ma può essere un enorme aiuto a chi ha difficoltà visive. La tecnologia può infatti aiutare le persone ipovedenti e anziane nelle azioni di tutti i giorni mettendole quasi al pari con gli altri e non etichettandole come “entità aliene diverse e da deridere o compatire”.

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.